Criptovalute e Blockchain

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno. (Albert Einstein)

Buongiorno a tutti! Oggi parlerò di un tema molto discusso dalla metà del 2017: Criptovalute e Blockchain. Con questo articolo non voglio dare alcun consiglio di investimento, ma solo spiegare che cosa sono queste valute virtuali e i loro protocolli informatici sottostanti.

Le criptovalute, sono valute digitali o virtuali che basano la loro implementazione e la convalida delle transazioni sui principi della crittografia. Ma come funziona concretamente? Perché vengono eliminati i rischi come attacchi hacker e perdita di dati? Come viene assicurata la certezza della proprietà? Tutto questo e molto altro è garantito dalla blockchain, il cui meccanismo, ideato all’inizio per il Bitcoin (la più famosa tra le criptovalute), è replicato in modo simile da tutte le altre valute digitali.

LA BLOCKCHAIN

La blockchain non è altro che un libro mastro dove sono iscritte tutte le transazioni che avvengono tramite criptovaluta. L’integrità, la correttezza e l’ordine cronologico delle transazioni sono confermate e protette da un sistema che si basa sulla crittografia. La blockchain è un database distribuito, e quindi non è localizzato localmente su un solo server, ma su più macchine contemporaneamente: potenzialmente tutti i computer collegati alla rete. Questa caratteristica è fondamentale per la sicurezza, in quanto sarebbe necessario attaccare tutti i computer contemporaneamente per hackerare la base di dati e modificarle. Infine fondamentale per la sicurezza del sistema è il timestamp, ovvero la marca temporale, che impedisce l’annullamento o la modifica dell’operazione dopo la registrazione.

LE CRIPTOVALUTE

Le criptovalute sono vere e proprie valute quotate, e come tali possono essere utilizzate per effettuare pagamenti di qualsiasi tipo e in qualsiasi momento. Per poter utilizzare questo particolare tipo di moneta è necessario aprire un portafoglio, che consiste semplicemente in un’applicazione o un programma da installare sul proprio dispositivo. Successivamente all’installazione viene generata una chiave formata da una parte privata, accessibile esclusivamente dal proprietario del portafoglio, e una parte pubblica necessaria per condurre le transazioni e per certificarne l’autenticità.

IMPLICAZIONI FUTURE

Il destino delle criptovalute è incerto, ma la tecnologia sottostante (la blockchain) potrebbe essere un passaggio estremamente rilevante per il futuro. Ad esempio settori con un’importante presenza di intermediari potrebbero potenzialmente sparire in futuro, poiché i servizi che offrono potrebbero essere accessibili a una maggiore fetta di popolazione ad un costo tendente a zero.

RISCHI ELEVATI

L’altra faccia della medaglia è che le criptovalute stanno probabilmente vivendo una bolla che presto potrebbe scoppiare, danneggiando molte persone e facendo crollare i prezzi. Il motivo sta nel fatto che molti si sono letteralmente tuffati nel mercato senza conoscerne le dinamiche, i problemi e le opportunità, rimanendo in balia delle fluttuazioni. A questo va affiancata la problematica che riguarda il riciclaggio del denaro che viene facilitato dalle monete digitali. Magari lee criptovalute saranno di particolare rilievo in futuro, ma non è detto che rimarranno inalterate e che saranno sempre le stesse, anche per via dei regolamenti che potrebbero arrivare da parte dei governi.


Rifai il quiz!



Ho preso visione della L.sulla Privacy, in calce al sito, per il trattamento dei dati personali.
[recaptcha size:compact]